B l u s t r i n g   S o f t w a r e
B L U S T R I N G  S O F T W A R E
B l u s t r i n g   S o f t w a r e
Vai ai contenuti

Redditi, IRAP, ISA

Le dichiarazioni redditi, IRAP, ISA
1 - Introduzione alla procedura REDDITI
Premessa
Dal 2020, per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi, è possibile scegliere tra 2 procedure alternative:
  • Standard;
  • Quick Mode.
La STANDARD consente di compilare i modelli REDDITI, IRAP, ISA contemporaneamente, ma potrebbe risultare un pò lenta per i PC più datati.

Nei prossimi tutorial, vedremo nel dettaglio le 2 procedure e potrai scegliere quella che preferisci.
Con la release 05/05/2020, la procedura REDDITI viene completamente rinnovata.

Ora, la compilazione delle dichiarazioni è molto più semplice ed intuitiva. Infatti, basta un click per elaborare i modelli. Inoltre, grazie ad un’innovativa dashboard, è possibile effettuare analisi approfondite in modo estremamente semplice.

NOTE TECNICHE: Questa procedura richiede l’installazione di Microsoft 365, o Excel 2019. Per maggiori dettagli, clicca sul seguente link:

Se il PC in uso è poco performante (poca RAM, processore lento, disco fisso meccanico anziché SSD), oppure vi sono processi in corso, magari anche all'insaputa dell'utente (come ad esempio l'aggiornamento del sistema operativo), allora l'avvio della procedura redditi nella modalità standard (vista col tutorial precedente), potrebbe mettere sotto stress il sistema.

In queste circostanze, consigliamo di avviare la procedura in modalità SLOW SYSTEM.
Prima di procedere con la compilazione dei modelli REDDITI, IRAP, ISA, è possibile verificare velocemente il reddito maturato e simulare i quadri da compilare.

NOTA OPERATIVA: Nella generalità dei casi, le contabilità semplificate vengono gestite con il criterio di cassa VIRTUALE. Pertanto, nel modello REDDITI, il quadro RG verrà generato utilizzando il criterio di cassa virtuale. Qualora, in casi particolari, avessi deciso di gestire una semplificata con il criterio di cassa EFFETTIVO, ti basterà simulare il quadro RG per cassa e riportare i dati manualmente nel dichiarativo: si tratta di ricopiare pochi importi.
Le simulazioni fiscali possono essere effettuate anche in modalità interattiva.
Così, sarà più semplice verificare la formazione degli importi ripostati dalla simulazione.
Per la compilazione del modello REDDITI, è prevista anche una MODALITA' RAPIDA.
Utilizzando questa modalità, la generazione del modello risulterà molto più veloce, ma non avrai a disposizione gli strumenti per analizzare il reddito maturato.
2 - La determinazione del reddito per cassa
In questo tutorial, viene fornito un focus per i contribuenti che determinano il reddito con il principio di cassa.
Per una visualizzazione "rapida" del reddito per cassa, è possibile cliccare sull'apposito comando del menu principale.
3 - Attenzione ai filtri!
In questo tutorial, viene fornito un focus sull’utilizzo dei filtri. Infatti, ogni volta che applichiamo un filtro, dobbiamo poi anche ricordarci di rimuoverlo (a meno che NON desideriamo tenerlo applicato). Diversamente, la compilazione dei quadri terrà conto del filtro applicato.
4 - Correzioni ed aggiornamento
Nell'ipotesi di agganci mancanti, o errati, possiamo correggere il problema e generare un nuovo modello, oppure aggiornare il modello già prodotto. In questo tutorial, viene spiegato come aggiornare il modello già prodotto.
5 - Focus sugli agganci al quadro RF
Per il quadro RF, è assolutamente normale che vi siano conti movimentati non agganciati. Infatti, per la compilazione del quadro RF, assumono rilevanza solamente i costi indeducibili, o parzialmente deducibili (variazioni).
6 - Il salvataggio del modello
Con la procedura redditi, è possibile salvare il lavoro fatto, sospenderlo, e riprenderlo in un momento successivo. Cliccando sul comando salva, il modello visualizzato viene salvato nel disco fisso.
7 - La compilazione automatica dei quadri personali
Per le persone fisiche, è possibile compilare automaticamente i quadri personali (FA, RA, RB, RP).
In questo tutorial, invece, viene fornito un focus sulla compilazione del quadro RR per artigiani e commercianti.
8 - L'elaborazione del QUADRO RN e la generazione del file telematico
Una volta verificati i quadri elaborati, per elaborare il quadro RN e generare il file telematico da trasmettere all'Agenzia delle Entrate, basta effettuare il riporto nel software ministeriale.
Perché i software Sogei? Eccone illustrati i VANTAGGI!
I software Sogei possono essere utilizzazi sia dal Commercialista. per compilare le dichiarazioni in qualità di intermediario abilitato, che dal contribuente stesso.
9 - La compilazione degli ISA
In questo tutorial, viene spiegato come procedere per la compilazione degli ISA, da allegare alla dichiarazione dei redditi.
10 - La rateizzazione di imposte e contributi
Dopo aver elaborato il file telematico, possiamo procedere con la predisposizione delle deleghe di pagamento.
La procedura illustrata nel tutorial precedente può essere utilizzata immediatamente dopo la generazione del file telematico, oppure, in un momento successivo, a patto di aver SALVATO il modello Redditi.
Nel caso in cui il modello Redditi NON fosse stato salvato, è comunque possibile utilizzare la procedura in un secondo momento. In questa circostanza, sarà sufficiente visualizzare un modello "vergine" ed eseguire la procedura.
La procedura illustrata in questo tutorial è altresì utilizzabile nel caso in cui il modello Redditi fosse stato elaborato antecedentemente alla pubblicazione della nuova procedura per la rateazione delle imposte.
Per impostazione predefinita, gli acconti INPS vengono calcolati utilizzando gli importi prelevati dal file telematico della dichiarazione. Pertanto, il calcolo viene effettuato sulla base delle aliquote utilizzate per il saldo. Tuttavia, è possibile effettuare il ricalcolo degli acconti INPS, sulla base delle aliquote in vigore per l'anno corrente.
In caso di necessità, è possibile impostare manualmente la base di calcolo degli acconti INPS, così come per tutti gli altri acconti.
In caso di saldi a credito, è possibile portarli in compensazione orizzontale in F24.
Le rettifiche fiscali extracontabili
Nella generalità dei casi, i costi sostenuti possono essere:
  • Deducibili integralmente;
  • Deducibili parzialmente, applicando una percentuale all'ammontare del costo sostenuto.

Purtroppo, però, non sempre è così semplice determinare la deducibilità di un costo. Infatti, vi sono dei casi particolari che richiedono un calcolo ben più complesso: si pensi, ad esempio, alle spese di manutenzione, o alle spese di rappresentanza. In tutti i casi in cui, per la determinazione della deducibilità di un costo, si rende necessario ad un calcolo che vada oltre l'applicazione di una semplice percentuale all'ammontare del costo sostenuto, si ricorre alle rettifiche fiscali extracontabili.
Focus sulle rettifiche fiscali extracontabili
Approfondimenti sulla gestione delle rettifiche fiscali extracontabili.
Le spese di manutenzione
Le spese di rappresentanza
Il super ammortamento
La gestione manuale delle rettifiche extracontabili
I compensi deducibili per cassa
Le plusvalenze
Apertura al pubblico
Lun - Ven : 9.00 am - 12.00 am,  15.00 pm - 18.00 pm

BLUSTRING SRL
Tel: 075 9696328
Tel: 391 1361065
Email: info@blustring.net
Website: www.blustring.it
BLUSTRING SRL  -  P. IVA: 03551370541  -  Via Settembrini, 15  06073 Corciano (PG)
BLUSTRING SRL - P. IVA: 03551370541
Torna ai contenuti