La compilazione della Comunicazione Annuale Dati IVA - Software contabilità per commercialisti ed aziende: Blustring

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tutorials

LA COMPILAZIONE DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA (CDIVA)

Torna all'indice
Torna all'indice
PRESUPPOSTI PER LA CDIVA
Se la contabilità è stata gestita correttamente, la compilazione della COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA (CDIVA) potrà essere completata in una manciata di secondi.
In ogni caso, è utile conoscere la logica utilizzata dal software per la compilazione automatica della comunicazione.
Detto altrimenti, sebbene la compilazione della Comunicazione Annuale Dati IVA avvenga in modo completamente automatico, è comunque utile conoscere la logica utilizzata dal programma per prelevare i dati dalla contabilità e riportarli nella Comunicazione.
Di fatto, la CDIVA è un riepilogo sintetico dei dati che andranno riportati in dichiarazione IVA. Pertanto, per la compilazione del modello, il software segue la stessa logica utilizzata per la compilazione della dichiarazione IVA.
In sintesi:
  • La compilazione dei righi CD1 (OPERAZIONI ATTIVE), CD4 (IVA ESIGIBILE) avviene in base ai dati presenti nella sezione DETTAGLIO IVA delle registrazioni delle fatture di vendita. Inoltre, vengono prevevati gli importi dalle registrazioni dei corrispettivi;
  • La compilazione dei righi CD2 (OPERAZIONI PASSIVE), CD5 (IVA DETRATTA) avviene in base ai dati presenti nella sezione DETTAGLIO IVA delle registrazioni delle fatture di acquisto;
  • La compilazione del rigo CD6 (IVA DOVUTA) avviene calcolando la differenza CD4-CD5.
LA COMPILAZIONE DELLA CDIVA
La compilazione della Comunicazione Annuale Dati IVA avviene con un click.
La procedura provvederà ad estrapolare i dati dalla contabilità, elaborando il modello della CDIVA. In caso di necessità, è possibile apportare qualunque modifica ai valori proposti di default.
Con un altro click, verrà predisposto il file telematico da trasmettere all'Agenzia delle Entrate.

La trasmissione del file telematico può avvenire tramite Entratel (per gli intermediari), o FileInternet (per i contribuenti che trasmettono direttamente la propria comunicazione).
AVVISO IMPORTANTE: Per procedere con l'invio telematico è, ovviamente, necessario aver preventivamente installato i moduli di controllo della Comunicazione Annuale dati IVA.
Chi avesse già provveduto ad aggiornare la JAVA VIRTUAL MACHINE alla versione 1.8, potrebbe riscontrare dei problemi con l'installazione e l'utilizzo dei moduli di controllo per la CDIVA, pregiudicando così la possibilità di effettuare l'invio telematico.
Pertanto, in questi casi, è auspicabile:
  • Disinstallare JAVA VIRTUAL MACHINE 1.8 (tramite il pannello di controllo di Windows);
  • Reinstallare JAVA VIRTUAL MACHINE 1.7 (link per il download).
APPENDICE
ATTENZIONE AI DATI ANAGRAFICI DELL'AZIENDA!
Affinché la generazione di un qualunque file telematico possa avvenire correttamente, è necessario che i dati anagrafici dell'azienda siano stati impostati in modo adeguato, come mostra il video tutorial, qui sotto linkato:
CASI PARTICOLARI: CORRISPETTIVI VENTILATI E REGIME DEL MARGINE
Nel caso in cui siano stati registrati corrispettivi ventilati, o operazioni assoggettate al regime del margine, prima di procedere con la creazione del file telematico, è auspicabile effettuare piccole modifiche manuali agli importi della comunicazione.
L'operazione è semplice e veloce grazie alle apposite stampe di verifica:
  • In presenza di corrispettivi ventilati, occorre rettificare gli importi delle operazioni attive e dell'IVA esigibile, che di default non tengono conto dei corrispettivi da ventilare (Per maggiori dettagli, CLICCA QUI);
  • In presenza di operazioni soggette al regime del margine, occorre rettificare gli importi delle operazioni attive e dell'IVA esigibile, che di default non tengono conto del margine maturato (Per maggiori dettagli, CLICCA QUI).
 
Torna ai contenuti | Torna al menu